Giancarlo Aismondo e Nicola Orsolini sono i nuovi responsabili del settore giovanile dello Speranza

0
376
Un patrimonio che trova sempre nuova linfa e che va valorizzato al meglio. È con un simile intendimento che la A.S.D. Speranza 1912 F.C. ha inteso proseguire il proprio percorso storico in seguito alla rinuncia, per problemi lavorativi, di Gabriele Giurintano del proprio ruolo di responsabile del settore giovanile dopo una stagione. Un incarico che, nel segno della continuità, è stato preso da Giancarlo Aismondo e Nicola Orsolini. Il primo, volto noto del calcio di altissimo livello e con una lunga esperienza dirigenziale di grande spessore nei club più importanti in primis il Genoa, rappresenta un bagaglio di competenze immenso. Orsolini, da cinque anni rientrato allo Speranza dopo esservi nato calcisticamente, da quattro stagioni è il capitano della Prima Squadra della formazione rossoverde che milita in Prima Categoria. Unendo le proprie competenze daranno vita ad una sinergia di grande valore e da mettere a disposizione dei futuri talenti del club savonese. Non soltanto dal punto di vista tecnico ma anche e soprattutto da quello educativo che soltanto lo sport ha l’energia di veicolare al meglio nei giovani.
«Ringraziamo innanzitutto Gabriele Giurintano per il grande lavoro svolto in seno al club nell’anno passato con noi – commenta Mauro Rosadirettore sportivo dello Speranza Calcio – purtroppo per impegni professionali ha dovuto lasciare l’incarico e, quindi, si è trovato costretto ad interrompere quanto impostato nel tempo. Proprio per dare continuità e una continuità chiara al cammino intrapreso ci siamo affidati ad Giancarlo Aismondo e Nicola Orsolini. Il primo costituisce una garanzia per ciò che concerne la conoscenza calcistica e dell’impostazione di un intero settore come quello giovanile di ogni società. Il secondo è invece una bandiera della nostra società. Potrà mettere a disposizione dei più piccoli l’equilibrio perfetto tra essere un adulto con l’esperienza del giocatore di lungo corso e la freschezza di un’età che, in quanto tecnico, è ancora verdissima. Il fatto che sia pure il capitano della nostra squadra dopo essere nato nelle nostre giovanili fa di lui un esempio anche al di là del rettangolo di gioco. Vogliamo infatti sempre trasmettere ai nostri giovani valori che vanno al di là della semplice pratica sportiva e che contano anche nella vita: il senso dell’attaccamento ad un club fa parte di questi».
«Questa è per me un’avventura nuova e che mi appresto a vivere con grande entusiasmo – prosegue il discorso Giancarlo Aismondo – rispetto al passato e alla mia lunga esperienza nell’ambito del calcio giovanile ricoprirò un ruolo un po’ diverso e che mi riempie di entusiasmo specie perché potrò condividerlo insieme ad un giocatore e, soprattutto, una persona che stimo e apprezzo come Nicola Orsolini. In due metteremo a disposizione il nostro bagaglio di esperienza per farne il terreno di crescita di tanti ragazzi. Il lavoro da fare è tanto ma altrettanto grande è la voglia di fare da parte di entrambi».
In attesa di altre importanti novità che verranno svelate nei prossimi giorni la A.S.D. Speranza 1912 F.C. Si appresta a vivere l’ennesimo week end di festa del calcio dei più piccoli. Dopo il successo della 37ª edizione del trofeo Gian Besio riservato alla categoria Pulcini 2013/2014 e di quella del 33° torneo Riccardo Scaletti, dedicato alla categoria Piccoli Calci leve 2014-2015, il 27 maggio sarà la volta del 6° torneo “M. Rossello” che, sempre allo Scaletti di Lavagnola, vedrà fronteggiarsi i piccoli della categoria Pulcini (2012/2013) di Speranza, Albissole (due formazioni), Fbc Veloce 1910Priamar 1942Asd Valle Varaita CalcioSsd Rivarolese e Gsd San Fruttuoso.