Effetto Serra

0
287

Forse sarà una mia impressione da vecchio cronista di provincia che invecchia, ma a chi posta quanto accaduto nel finale di Milan-Spezia sembra sia avvenuto qualcosa di bello da rimarcare nel mondo del calcio. Come tutti sanno il direttore di gara Serra, uno dei tanti giovani che l’A.I.A. sta provando per le prossime stagioni, ha annullato negli ultimi minuti un gol ai rossoneri, fischiando un intervento di gioco e ignorando la regola del vantaggio. Un errore pagato a caro prezzo dal Milan che in pieno recupero è stato trafitto dai levantini. In altre circostanze, e non soltanto nel calcio professionistico,  si sarebbero scatenate risse, giocatori inferociti, dichiarazioni di fuoco : invece, in questo caso, è accaduto qualcosa di diverso ed il merito va, per qualunque squadra si tifi, ai giocatori e dirigenti rossoneri. Intanto la bellissima immagine di un paio di giocatori che danno un puffetto al direttore di gara che ha compreso subito di averla fatta grossa. Poi le dichiarazioni del mister Pioli che ha ammesso  “che se avessimo giocato con più attenzione la partita poteva chiudersi prima “. E da ultimo Ibrahimovic che ieri ha consolato via social il direttore di gara. Ed ecco il punto: Serra è un giovane arbitro che come altri viene provato in vista di un cambio generazionale della categoria. Era sotto esame, ha sbagliato, verrà  riportato a dirigere gare nel campionato cadetto e sarà comunque soggetto a una lunga pausa. Ha ammesso il suo errore, non si dava pace negli spogliatoi. Ha sbagliato, come tutti noi. Ma ieri in certi talk era trattato come un criminale, con giudizi vomitevoli. E questo senza che nessuno notasse che invece era stata scritta una bella pagina di calcio. E se il Milan ha accettato le scuse perché bisogna accanirsi così contro un giovane arbitro che ha mostrato in pubblico il suo dolore per l ‘errore commesso?

Nella foto l’arbitro Serra e i giocatori del Milan dopo il gol annullato ai rossoneri

Email olianno3@libero.it

370.37.28.623