Naomi Osaka accende il braciere in una Cerimonia soft

Japan's Naomi Osaka celebrates winning against Jennifer Brady of the US during their women's singles final match on day thirteen of the Australian Open tennis tournament in Melbourne on February 20, 2021. (Photo by William WEST / AFP) / -- IMAGE RESTRICTED TO EDITORIAL USE - STRICTLY NO COMMERCIAL USE --

Non poteva essere una Cerimonia di Apertura come le altre. Non è  ancora tempo per abbracciarsi, gioire, dimenticare. La Spada di Damocle del Covid è  presente in questi Giochi che non potevano essere  rinviati. E così gli organizzatori hanno ideato una Cerimonia austera ma ricca di momenti emozionanti e commoventi.  E magari ha dato idea per le prossime  edizioni che si può tenere incollati  miliardi di spettatori senza fare follie. E non sono mancati i momenti  da brividi  come il minuto di silenzio per tutte le vittime  del Covid o quello per commemorare  gli atleti israeliani  caduti a Monaco 72 l’edizione  nella quale i Giochi  persero la loro innocenza. La sfilata delle squadre ha visto l’Italia presentarsi per ventesima con i nostri alfieri Viviani e Rossi a precedere gli atleti tutti vestiti con molti colori. Commoventi i momenti  che hanno  preceduto  l’apertura del braciere con Noami Osaka, la grande tennista nipponica  ultima tedofora. E ora la parola agli atleti con caffè in abbondanza  per chi li vorrà seguire in diretta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: