Marco Riva: “Lo sport deve ripartire con umiltà e coraggio”

Marco Riva, il 13 marzo, è stato nominato il nuovo Presidente del Comitato Regionale Lombardia del CONI. Il nuovo numero uno, eletto all’unanimità da tutte le federazioni, è il più giovane Presidente d’Italia e guiderà così nel prossimo quadriennio olimpico il più importante comitato regionale italiano, conducendo quindi in prima persona la sfida verso i Giochi Olimpici e Paraolimpici di Milano Cortina 2026. Marco è subentrato al cremonese Oreste Perri ed è pronto ed entusiasta nell’affrontare questa nuova sfida: ” Questo mio percorso è stato costruito insieme a tutti, più ci si avvicinava più la cosa diventava concreta. Sono stato eletto all’unanimità per cui non posso che esserne fiero e orgoglioso poiché mi è stata dimostrata una grande fiducia da parte di tutto il mondo sportivo lombardo”.

“Con la pandemia il mondo sportivo ha sofferto parecchio, c’è stata mancanza di ascolto- prosegue il Presidente- lo sport è alla base di tutto, del benessere fisico ma anche e soprattutto di quello mentale. Dovremmo ricominciare a metterci all’ascolto di tutti, dalle piccole alle grandi realtà sportive, bisogna ripartire da qui. La nostra volontà è quella di creare una rete tra le varie componenti del mondo sportivo, come ad esempio le federazioni, le associazioni, gli enti pubblici, gli enti di promozioni. Il nostro mondo esiste se vi è un lavoro di squadra, vorrei anche coinvolgere maggiormente il mondo scolastico, le istituzioni, i comuni, le province ma anche creare importanti alleanze con partener che possano permetterci un salto di qualità.

Lo sport non è solo divertimento ma ha anche una valenza sociale, educativa, comunicativa ed economica; i valori dello sport devono essere un punto fermo nella crescita sportiva ma anche umana”

“In secondo luogo vogliamo occuparci di tutta l’impiantistica presente sul nostro territorio, vogliamo fare una pianificazione per capire dove e come intervenire- ci racconta Marco- bisogna conoscere tutti gli impianti sportivi e renderne agibili il maggior numero possibile, senza l’impiantistica non esiste sport.  Inoltre penso che dovremmo fare dei passi avanti anche per ciò che riguarda la digitalizzazione, il mondo sportivo si deve adeguare a quelli che sono i tempi”.

Come abbiamo anticipato nel cappello Riva sarà il Presidente che ci guiderà ai Giochi Olimpici e Paraolimpici di Milano Cortina 2026: “Bisogna lavorare bene per arrivare pronti a questo importante evento. I giochi Olimpici portano arrivano forse nel momento giusto, dobbiamo ripartire con questo grande obbiettivo. Tutti insieme possiamo farcela”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: