I festeggiamenti (Foto James Robinson Taylor)

Ad Alassio Botta Dritta in testa al Trofeo Luigi Carpaneda

BOTTA DRITTA BALZA IN TESTA ALLA FLOTTA SMERALDA
ALASSIO- Giornata perfetta ieri al largo di Alassio per “Botta Dritta” di Francesco Vauban che, con due successi ed un secondo posto, è balzata al comando della classifica del Primo Trofeo Luigi Carpaneda, scalzando dal vertice Carlo, Principe di Borbone, con “Vamos mi Amor”.
Giornata positiva anche per “Smeralda V” timonata Rinaldo Agostini, promoter di questa spettacolare festa della vela in ricordo di Carpaneda ed organizzata dal Cnam, dalla Marina di Alassio, dal Comune di Alassio e con il sostegno di tanti sponsor, soprattutto per festeggiare Pietro Sibello di ritorno dalla Coppa America. L’ equipaggio di Agostini nella quinta prova (la seconda tra quelle disputate oggi) piazzandosi al quinto posto è riuscito ad avere la meglio su “Botta Dritta”, che ha chiuso nona. Per lo meno in una prova la sfida goliardica lanciata in mattinata da Agostini al Principe Borbone è riuscita.
Ora la classifica, alla vigilia dell’ ultima giornata, in programma oggi, vento permettendo, vede la storica imbarcazione con cui Luigi Carpaneda vinse tante prestigiose competizioni in testa alla classifica con cinque punti di vantaggio su “Vamos mi Amor” e sei punti su “Black Star” di Paolo Rotelli e “Beda” di Timofey Sukmonti, appaiate al terzo posto.
Tornando ai festeggiamenti per l’ enfant du pays oltre alla realizzazione, da parte di un grande artista bergamasco (Alessandro Etsom Conti), di un enorme e stupendo murales all’ ingresso del porto (che rappresenta Sibello, Luna Rossa e la conquista della Prada Cup) c’è stata la consegna delle Chiavi della Città e della Cittadinanza onoraria da parte del sindaco Marco Melgrati e dell’ assessore allo sport, l’ ex campionessa della vela Roberta Zucchinetti.
Queste le classifiche dopo la seconda giornata.
Primo Trofeo Luigi Carpaneda: 1) “Botta Dritta VI” (Francesco Vauban, Gaetano Granara, Michele Orlando, Eliat Poughon e Paolo Bosotto,Yc Monaco), 9; 2) “Vamos mi Amor” (Charles De Bourbon, Frederic Bourghet, Tim Lapaw, Nicolas Berthelot e Xavier Archambolt, YC Monaco), 14 punti; 3) “Black Star” (Paolo Rotelli, Nicolò Stimamiglio, Christophe Barbusse e Jaun Casalone, Yc Monaco), 15; 4) “Beda” (Timofey Sukmontin, Francois Brenac, Marc Stevenazzi, Claude Rodelato e Philippe Buchart, id.), 15; 5) “Ange Trasparent III”(Valter Pizzoli, Beppe Zaoli, Patrick Costa, Jas Farneti e Diogo Caolla, id.),21,5; 6) “Smeralda V” (Rinaldo Agostini, Pietro Sibello, Gianfranco Sibello, Enzo Dicapua e Nicolò Agostini,
Cnam Alassio), 29; 7)“Milleni’um Falcon” (Marco Favale, Nicolas Bouchet, Axelle Foucauld, Charles Favale e Charlotte Favale,
YC Monaco), 32; 8) “Das” (Alessandro Zampori, Gianni Sommariva, Bruno Broccanello, Luca Antonetto, Pietro Fariello e Federico Valenti, Cnam Alassio), 34; 9) “I John” (Svizzera, Luigi Guarnaccia, Marco Marchesi, Claudio Betti, Orlando Baragli e Tyler Nizzetto, Cnam Alassio), 35; 10)“Gorilla Gango”(Andrea Startari, Paolo Barberis, Davide Mauri, Edoardo Marcuzzo, Luigi Palumbo e Federico Startari, YC Monaco), 55.
CLAUDIO ALMANZI


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: