A Roma gran festa per l’arrivo di Mourinho: staremo a vedere

Tutti in festa ed è grande fibrillazione a Roma per l’arrivo di Mourinho come allenatore della Roma. Il tecnico portoghese prenderà il posto di Fonseca certamente, inconsapevole, degli scarsi risultati ottenuti quest’anno dalla sua squadra. Fonseca mi è sempre stato abbastanza simpatico, perché lo considero un uomo moderato e poco appariscente, sereno ed onesto nelle sue considerazioni, per altro con la rosa di giocatori che la società gli ha messo a disposizione, e considerata tutta la serie di infortuni che la squadra ha subito, non poteva e non avrebbe potuto fare di più. In buona sostanza Fonseca me lo sarei tenuto, potenziando la squadra come sarebbe stato giusto fare da tempo. Finita però le epoca Fonseca,inizia quella di Mourinho la cui panchina alla Roma non mi convince del tutto, la Roma è da sempre un ambiente disagevole,con una tifoseria altrettanto difficile e Mourinho è troppo polemico è diffidente. Non è per me, un allenatore adatto alla Roma. Inoltre la società, credo, avrà cura di comperare giocatori di gran classe, altrimenti, non avrebbe alcun senso aver fatto con Mourinho un contratto triennale da 7 milioni di euro a stagione (totali 21 milioni euro). Per l’amor del cielo, posso certamente sbagliarmi, ma a Roma il signor Mourinho non avrà vita facile come molti pensano che sia. Io credo che il momento magico di Mourinho, quello del triplette ottenute con l’Inter siano finite e che lui, oggi come oggi, valga esattamente come molti bravissimi allenatori italiani tutt’ora senza contratto. Staremo a vedere cosa accadrà: non vorrei che fosse come caso del signor Pillo alla Juventus.

Articolo di : Carlo Colla

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: