Superga, 72 anni fa la tragedia in cui scomparve il Grande Torino

Sono le 17.03 del 4 maggio 1949 e il trimotore FIAT G.212 con a bordo il Grande Torino che stava riportando a casa la squadra da Lisbona, dove aveva disputato una partita amichevole contro il Benfica, si schianta contro il terrapieno della Basilica di Superga, avvolta in una fitta nebbia Alle 17.05 Aeritalia Torre chiama I-ELCE, non ricevendo alcuna risposta. Tutto è compiuto..

La notizia si diffonde rapidamente e oltrepassa i confini nazionali, facendo rapidamente il giro del Mondo. Nello schianto avevano perso la vita Bacigalupo, Aldo e Dino Ballarin, Bongiorni, Castigliano, Fadini, Gabetto, Grava, Grezar, Loik, Maroso, Martelli, Valentino Mazzola, Romeo Menti, Operto, Ossola, Rigamenti e Schubert, i 18 giocatori del Grande Torino che avevano preso parte alla trasferta a Lisbona. Con loro erano morti il D.g. Agnisetta, il consigliere Civalleri, il Direttore Tecnico Egri Erbstein, l’allenatore Lievesley e il massaggiatore Cortina, i tre giornalisti al seguito, ovvero Casalbore, Cavallero e Tosatti, l’organizzatore Bonaiuti e i 4 membri dell’equipaggiofra cui il comandante Meroni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: