Atletica, in 400 al “Boissano Spring

Davide Costa e Valter Superina

Una bella edizione di “Boissano Spring”, riunione di apertura presso l’impianto intercomunale del ponente annullata lo scorso anno per pandemia e svoltasi ieri sabato 10 aprile, con forti contingentamenti correlati al protocollo Covid.Anche il meteo non aiuta, specie nella parte pomeridiana della manifestazione, ma il grande lavoro svolto dagli organizzatori (Boissano Team ed Atletica Arcobaleno Savona in primis, con il supporto del Comune di Boissano e del Comitato Regionale Ligure Fidal e l’importante contributo della Fondazione Agostino De Mari) è stato abbondantemente ripagato da una partecipazione record (oltre 400 atleti in gara, pur con alcune rinunce dell’ultima ora appunto collegate alla pioggia… prevista ed in buona parte arrivata) e da alcuni risultati assolutamente d’eccellenza. E’ chiaramente Davide Costa l’eroe di giornata! Il martellista genovese allievo di Valter Superina lancia l’attrezzo da 6 kg ben 3 volte a ridosso della fettuccia dei 70 metri, con una punta di 71.47… Un miglioramento di oltre 2 metri rispetto al precedente personale e minimo per i mondiali di categoria abbondantemente conseguito con una performace eccezionale! Nella velocità lo junior della Sisport Mattia Jason Ndongala prevale sugli 80 in 8.92. Ma alle sue spalle ottimi riscontri (con vento nullo) anche per gli Arcobaleni Luca Biancardi (8.99) e Mirko Morando (9.32). Luca Biancardi poi si impone sui 250, chiusi con una corsa moto facile in 28.43 (2° Ndongala in 28.68 e terzo posto per Marco Zunino al rientro alle gare e con grandi obiettivi per questa prima stagione da junior, dopo il titolo allievi conquistato lo scorso anno sui 400 a Rieti). Samir Benaddi (altro alfiere Arcobaleno) si aggiudica i 600 in 1.23.36, prevalendo su Marco Monti (Dragonero) e Andrea Basalto (Atletica Levante). Ludovico Vaccari, primo anno da juniores in Arcobaleno, proveniente dal vivaio Don Bosco Universale, chiude con gran carattere un bel 2000, realizzando 5.50.59. Alle sue spalle Francesco Simonetti (Atletica Pietrasanta) e l’indomito Vincenzo Stola (Arcobaleno). Ancora una vittoria per l’Arcobaleno con lo junior Thomas Marello, altro “prodotto” dell’impianto boissanese, che si migliora sino ad un interessante 6.61. In campo femminile bel testa a testa sugli 80, con affermazione in 10.33 dell’astigiana Francesca Paolin, su Aurora Greppi (Arcobaleno) che chiude in 10.39. I 250 vanno alla sprinter della Sisport Torino Lenuta Malina Berinde. Argento per la maggiore delle sorelle Peduzzi (Alessia, Atletica Sanremo) e bronzo per Stefania (Atletica Arcobaleno). Sui 600 ottima prova della vincitrice Francesca Bianchi (Atletica Fossano 75) al traguardo in 1.37.31, con la neo allieva dell’Arcobaleno Alessia Laura ad un bel crono di 1.40.42 che le vale la seconda posizione. Buoni segnali anche dalla varazzina Giada Bongiovanni (Arcobaleno) 4° in 1.43.17. Doppietta Arcobaleno sui 2.000 con Lucrezia Mancino che porta a termine la gara in 6.49.97 su una Chiara Meliga molto positiva a sua volta (6.51.71 il suo crono). Martello donne con buoni riscontri: vittoria per la torinese Francesca Schena con la misura di 51.31. Subito dietro Ilaria Marasso (Cus Genova) con 51.07. Bronzo per la portacolori Arcobaleno Giulia Brunelli che raggiunge il nuovo primato personale di 44.44. Il salto in lungo registra la vittoria di Francesca Paolin (che bissa il successo degli 80 metri) che si impone sulla coppia Arcobaleno Stefania peduzzi ed Elisa Montaldo. Vittoria nell’asta per la portacolori dell’Alba Docilia Margherita Molinari con la misura di 3.20. In campo giovanile bella vittoria sui 600 per Anna Crovetto (Atletica Varazze) in 1.46.69 che prevale su Asia Zucchino (Cus Savona) all’arrivo in 1.47.95. Ottima prova nel martello per Eleonora Lintas (Trionfo Ligure) con un ottimo lancio a 46.77. Tra i cadetti una buona gara sugli 80, con vittoria di Gabriele Quattropani (Atletica Ceriale) in 10.21, che prevale per una manciata di centesimi su Enrico Mereto (Cus Genova) e Davide Di Crescenzo (Atletica Run Finale Ligure). Sui 600 vittoria per l’alfiere della Santo Stefano Planum Lorenzo Calamai all’arrivo in 1.33.65.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: