Giro delle Fiandre e record al Mondiale Mezza Maratona

Un pomeriggio di Pasqua dominato, dal punto di vista sportivo, dal Giro delle Fiandre, la Classica Monumento nata nel 1913. La corsa rappresenta l’evento sportivo più atteso in Belgio se si pensa che, prima della pandemia, ben 2 milioni di persone soggiornavano sul percorso, cercando posto nei celebri Muri. Oggi, per gli appassionati, un colpo al cuore non vedere la folla a bordo strada, ma di questo ci dovremo abituare ancora per mesi.La corsa, come la Milano-Sanremo registra il trionfo di un outsider, il danese Kasper Asgreen, portacolori della Deceunink Quick Step che ha battuto in volata uno dei grandi favoriti, Van Der Poel, vincitore della scorsa edizione andata in scena ad ottobre. I due, autori della fuga decisiva a 5 chilometri dalla fine, si sono disputati la volata con Asgreen che ha dato il colpo decisivo a 300 metri dalla fine. Al terzo posto Van Avermaet, uno dei più anziani in gara.Solo 9 gli italiani in corsa e questo la dice lunga sulla salute del nostro ciclismo. E poi ci si mette la sfortuna con Trentin che fora nei momenti cruciali della gara. Domani il ciclismo torna in scena con il Giro dei Paesi Baschi che seguiremo ogni pomeriggio.

La domenica di Pasqua ha presentato anche i Mondiali di Mezza Maratona ospitati da Instanbul caratterizzati dalla splendida impresa della Ruthchepngetich che ha stabilito il record mondiale sulla classica distanza dei 21 chilometriche 97 metri con il tempo di 1h 04’02. Tra l ‘altro prima donna a scendere sotto i 61 minuti nei primi 20 chilometri. In campo maschile successo del keniano Kivibott Kambie con il tempo di 59’35”

Seconda giornata dei campionati europei di sollevamento pesi con in palio il titolo nei -55  Kg con successo del bulgaro Angel Rusev con 258 Kg

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: