QUELLI CHE IL CALCIO…NON LO SEGUONO PIU’

Le statistiche sono state rese note questa mattina e pubblicate da giornali e siti che si occupano di economia. Dai dati raccolti in tutto il Paese esce una situazione preoccupante, e aggiungiamo desolante, sul rapporto tra i giovani, quelli nati dal 1995 al 2006, e il calcio, ma anche altri sport. La passione, il gusto di seguire una sfida ed il suo evolversi, hanno lasciato il posto alle famigerate highlights  ( noi che siamo più vecchi le chiamiamo sintesi omriflessi filmati ) dove il succo di una partita viene concentrato in 5 minuti. “Ma perché mai dovrei perdere due ore a seguire una partita, magari noiosa quando in pochi minuti, su tutti i dispositivi vedo le immagini più belle… ” Come dire, traducendo questa sciagurata teoria, perché guardare tutta una partita, magari cercando di capire le tattiche, gli schemi delle squadre e capire chi sia il migliore in campo? Ed in questo modo il valore tecnico di una partita viene stravolto da chi la vede in pillole, perché non e’ scritto da nessuna parte che chi segna un gol sia il migliore in campo. I giovani che vogliono giocare a calcio non impareranno mai nulla nel vedere soltanto le immagini più significative e qui possiamo chiedere conforto al nostro amico Felicino Vaniglia, molto sensibile a queste tematiche. Ma l ‘amarezza più grande per chi, come me, e’cresciuto a pane e pallone, rimane quello, da parte dei millenium, di non volersi gustare le emozioni per intero, magari anche i momenti morti, come se ogni cosa dovesse consumarsi in poco tempo. Ora, con questo, non si pretende che si guardi sempre una partita da, primo al novantesimo, ma neppure ridurla ad un passatempo di due minuti. Questi dati sembrano poco importanti, ma invece hanno una grande rilevanza se vengono poi esposti ai pubblicitari. Nei prossimi anni, ma soltanto in Italia, la raccolta di sponsor potrebbe calare di molto. Non parliamo poi di altri sport, come il tennis dove una partita può durare anche quattro ore, una durata inconcepibile per i millesimi per i quali una diretta di un Grande Slam della durata di una decina di ore, si ridurrebbe in una sintesi di 5 minuti. Pardon, non sintesi ma highlights.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: