Il ciclismo pedala in salita

Il pennarello nero continua a cancellare gli appuntamenti ciclistici del calendario internazionale. Ieri sono saltate le corse in Argentina e anche in Spagna due gare a tappe sono finite sotto la mannaia del covid. Incubo, come del resto per altre federazioni di rivivere l’incubo del 2020 quando tutto venne condensato in tre mesi. Il tempo passa, la pandemia continua a diffondersi e adesso il tempo stringe anche per i due eventi attesi dagli sportivi savonesi. Il calendario prevede, e finora non ci sono notizie di variazioni, il Trofeo Laigueglia il 3 Marzo, con la presenza di Vincenzo Nibali che nel 2021 ha deciso poi di affrontare Giro, Tour e Giochi Olimpici. Ma tanti sono gli assi, nazionali e stranieri, che presenzieranno o all’evento patrocinato come sempre dal Comune di Laigueglia. Un bel ritorno d ‘immagine considerato che la rai diffonderà la corsa su Rai2. Ma per tirare un sospiro di sollievo occorrerà monitorare i dati della Rt che potrebbero cancellare gli eventi sportivi, qualora la Liguria fosse in zona arancione o rossa. E su questo impossibile fornire risposte anche se trapelano indiscrezioni che il Cts vorrebbe a prescindere adottare misure restrittive a marzo e nel periodo Pasquale. Per quanto riguarda invece la Milano -Sanremo sembra ormai certo il taglio della provincia di Savona, con un percorso che farebbe dirottare la Classicissima sulle strade del Piemonte prima di tuffarsi su Imperia. Infine il Giro che a quattro mesi dal suo svolgimento non ha ancora svelato il tracciato. Si sa che partirà da Torino e che la liguria non sarà molto coinvolta. Ma qui ci sono anche altri problemi ora che la RAI, alla presa con i tagli, sembra non sia più decisa a sborsare quattrini per la corsa rosa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: