L’addio di Vicenza : “Pablito era uno di Noi”

Da quando è stata data la notizia del suo trasporto da Siena, sono già tantissime le persone in fila all’esterno dello stadio Menti, sciarpe biancorosse d’ordinanza al collo (e mascherine), per dare un ultimo saluto al grande Paolo Rossi. Prima dell’apertura della camera ardente ai tifosi, la moglie Federica, accompagnata dalle due figlie, si è trattenuta qualche minuto davanti alla bara in legno chiaro sul quale è stata posta una maglia biancorossa con il numero 9 e il messaggio “Ciao Paolo. Per sempre con noi…”. La camera ardente rimarrà aperta fino alle 20 di venerdì 11 per garantire l’ultimo saluto a tutti i presenti. A seguire la veglia dei tifosi con 64 fiaccole che ricordano i suoi anni. Il funerale sarà trasmesso sabato in diretta dalle 9 su Sky Sport e in streaming sul sito skysport.it. In studio Alessandro Bonan e Eleonora Cottarelli, con Marco Nosotti in collegamento dal Duomo di Vicenza. L’accesso sarà riservato ai soli invitati della famiglia. Alla cerimonia funebre sarà presente la Bandiera di Vicenza. Sono attese molte autorità, una rappresentanza del LR Vicenza, esponenti del mondo del calcio e del giornalismo sportivo, amici dell’amatissimo bomber provenienti da tutta Italia. Per evitare gli assembramenti sarà vietato anche l’accesso alle piazze e alle vie attorno alla cattedrale. Vicenza e i vicentini piangono Paolo Rossi ma vogliono reagire a questa grave perdita facendolo segnare ancora una volta. Questo il messaggio che ieri è stato rivolto alla tifoseria biancorossa: «In questo giorno tristissimo tutti noi vorremmo fare un sacco di iniziative, tutte rese difficili dal momento che stiamo vivendo. Invitiamo quindi tutti ad esporre uno striscione bianco con la scritta in stampatello maiuscolo “Rossi Gol”. Tappezziamo la città e la provincia in lungo e in largo. È un piccolo, semplice omaggio ad un uomo che ha reso ognuno di noi ancor più orgoglioso d’essere vicentino. Ciao Paolo Rossi gol»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: