Serie A: il Milan è davvero il club favorito per lo Scudetto?

In Italia ogni tifoso sogna alla fine della stagione di potersi cucire sul petto il tricolore. Cosa che può succedere solo ed esclusivamente quando la propria squadra del cuore ha vinto il campionato. Un obiettivo ambito e di prestigio, ma non così facile da conquistare per diversi motivi. Un tempo era l’alta concorrenza, che metteva di fronte almeno un terzetto di club a stagione capaci di lottarsela fino in fondo per lo scudetto. Negli ultimi nove anni, invece, è stato il dominio la caratteristica chiave della massima serie italiana.

Quello della Juventus, nello specifico, che ancora una volta parte tra le favorite assolute per la vittoria finale. Anche se quest’anno è molto più difficile scommettere sul vincitore, ma si può approfittare dei bonus scommesse messi a disposizione sugli eventi sportivi per provarci. Di certo, la Vecchia Signora proverà a fare doppia cifra riguardo il numero di campionati vinti consecutivamente. Se guardiamo alla classifica odierna, però, vediamo che c’è un’altra squadra che sta provando a mettere fine al dominio bianconero. Parliamo del Milan di Stefano Pioli.

I milanesi, al momento, sono gli unici ancora imbattuti in Serie A e hanno infilato una serie di risultati utili consecutivi impressionante. Sono arrivate vittorie prestigiose, come quella nel derby contro l’Inter 1-2 e quella contro il Napoli al San Paolo per 1-3. Gli unici stop, finora, sono due pareggi, ottenuti entrambi al Meazza contro Verona e Roma. Ma l’inizio di stagione dei rossoneri è da incorniciare, così come la facilità con cui la squadra di Pioli riesce ad andare in rete. I meriti dell’ex allenatore della Fiorentina sono enormi, specialmente se si pensa che questo momento così positivo dura dal girone di ritorno della passata stagione, dove il Milan era tra le squadre con la più alta media punti in Serie A.

Ad aiutare Pioli, poi, ci ha pensato la società, che ha investito molto sul mercato estivo. Il primo vero colpo del club meneghino è stato trattenere Zlatan Ibrahimovic per un altro anno, con un rinnovo lampo arrivato al termine dello scorso campionato. Un investimento che sta dando i suoi frutti, dato che lo svedese ha già permesso ai rossoneri di conquistare diverse vittorie a suon di gol: è già in doppia cifra, a quota 10 in Serie A.

Ma non è solo Ibra ad aver portato maggior qualità alla capolista del campionato. Pensiamo ai benefici tratti dal centrocampo rossonero grazie all’acquisto di Sandro Tonali dal Brescia. Si tratta di uno dei maggiori talenti del panorama calcistico italiano che il Milan ha prelevato dalla squadra di Cellino per una cifra intorno ai 40 milioni di euro. Della linea verde fa parte anche Jens Petter Hauge, un’ala sinistra norvegese di 21 anni che già ha contribuito con due gol, uno in Serie A e uno in Europa League, a testimoniare la qualità del giocatore.

Altro elemento giovanissimo, poi, è Diogo Dalot, in prestito dal Manchester United. Il portoghese, finora, è stato impiegato più in coppa, dove ha trovato la via della rete, che in campionato, ma darà il suo contributo sulla destra durante la stagione. Infine, è stato portato a Milanello un altro talento prelevato dal Real Madrid: Brahim Diaz. Il trequartista, anche lui ventunenne, è andato a segno già tre volte tra campionato e coppa, con diversi assist all’attivo serviti ai compagni. Insomma, il Milan è stato costruito sulla base della continuità tecnica e con il giusto mix di senatori e giovanissimi, che ne fanno una delle squadre favorite per la vittoria finale, se non la favorita numero uno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: