Prima PaginaSotto l’ombra Del chinotto

Tra meriti e demeriti vince il segno ad occhiali

45Views

Termina in parità l’atteso recupero della 5^ giornata di serie D svoltosi sabato 14 al Chittolina tra il Vado assetato di punti ed il Derthona, una nobile decaduta proveniente da una striscia positiva di tutto rispetto e pertanto motivata a darne continuità.Squadre ben disposte in campo che si sono affrontate a specchio proponendo entrambe un 4-3-3 che non ha partorito i frutti sperati.La classica partita in cui non si capisce dove finiscano i meriti di una (per occasioni avute e mentalità meglio i ragazzi di Tarabotto) ed inizino i demeriti dell’altra ( le temute punte Varela e Concas non si sono mai rese pericolose dalle parti di Gallotti e compagni).Sugli scudi il portierone Francesco Teti (esperto numero uno con un passato illustre alla Pro Vercelli, all’Alessandria, alla Novese e in tanti altri club piemontesi) un quarantunenne ancora in gran forma, che ha salvato i bianconeri del ritrovato e consolidato tandem Cavaliere-Canepa (4 stagioni al Savona) in almeno tre nette occasioni da rete.La buona prestazione dei vadesi (difesa accorta, centrocampo muscolare, attacco leggero) va messa in relazione alla giornata non positiva del Derthona che non ha spiccato nè per manovra (leziosa e scolastica) nè per individualità. Troppo poco le sgroppate del terzino destro Gualtieri, le geometrie del play Lipani (vecchia conoscenza: ex Entella, classe 2001) e le incursioni della mezzala Masaniev per impensierire più di tanto.A giudicare dalle compagini che sino ad oggi sono giunte qui sotto le torri dell’Enel direi che continua inesorabilmente un livellamento di massima verso il basso e che quindi il modulo scelto per le gare interne regga. Non resta che attendere un Valenti al cento per cento per dare più peso al reparto avanzato.La salvezza (se questa sarà la dimensione di competitività del gruppo creato dal ds Sonetti) penso che occorrerà conquistarsela fuori scendendo sul grenn con più copertura magari trovando lo spazio per il quarto di centrocampo a Bacigalupo o Dagnino.Cinque punti in cinque match sono pochini, tutte le altre liguri stanno facendo meglio.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: